Comunicato ODAF Napoli

Carissimi Colleghe e Colleghi,

Egregi Consulenti e Collaboratori,

 

con l’estensione della zona protetta all’intero territorio nazionale in forza del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 marzo 2020, appare sempre più evidente che l’adozione di tutte le misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 risulta oltre che un obbligo di legge, un atto di responsabilità nei confronti della collettività ed un gesto di civiltà.

 

Nella giornata di ieri si è svolto il Consiglio dell’Ordine in modalità mista ovvero con la presenza fisica, adottando tutte le misure precauzionali (in particolare, evitando qualsiasi contatto fisico e disponendosi ciascuno a distanza reciproca di oltre 3 metri, in ciò facilitati dalle ampie dimensioni dell’aula formazione), dei consiglieri Ceparano, Striano e Silvestri e con i consiglieri Menna, Bellofatto e Gentile collegati in remoto via Skype.

 

Con riferimento a quanto già comunicato con la nota del 7 marzo u.s., abbiamo deliberato all’unanimità che la sede dell’Ordine continuerà ad osservare gli orari di apertura canonici (salvo diverse indicazioni che di volta in volta saranno tempestivamente e preventivamente comunicate); tuttavia, l’accesso al pubblico sarà consentita solo in casi di reale, comprovata ed estrema necessità e solo di venerdì:

  1. previo appuntamento della visita al fine di evitare la contemporanea presenza di più visitatori;
  2. previa comunicazione del motivo al fine di produrre, ove possibile, quanto richiesto in anticipo, limitando, conseguentemente, i tempi di presenza in sede;
  3. osservando scrupolosamente tutte le indicazioni di cui al DPCM del 4/3/20202 – Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale (20A01475).

 

L’appuntamento va concordato telematicamente (a mezzo PEO, PEC, telefono, fax); pertanto, deve essere confermato dal personale dell’Ente.

Durante il periodo della visita, l’ospite dovrà restare a distanza di sicurezza e comunque non oltrepassare il desk che separa la reception dalla segreteria.

Resta inteso che per tutte le pratiche che possono svolgersi a distanza (i.e. informazioni su corsi o su approvazione parcelle, pagamento delle quote annuali, informazioni sul pagamento di fatture e/o altro per i fornitori collaboratori e consulenti) non sarà accordato alcun appuntamento in sede.

 

Conformemente alle indicazioni emanate dal CONAF e in analogia con quanto fatto da altri Ordini territoriali, si è inoltre deliberato lo spostamento dell’Assemblea annuale degli Iscritti a data da destinarsi. Le misure di cui al precitato DPCM indicano il limite temporale del 3 aprile p.v., tuttavia, pur auspicando sviluppi favorevoli in tempi brevi dell’intera vicenda, abbiamo ritenuto opportuno non sbilanciarci in previsioni – riservandoci una prima verifica interna per il 25 marzo p.v., data entro cui, verosimilmente, saranno fornite alcune prime indicazioni dal CONAF – e di fornire una data certa solo a fronte delle notizie istituzionali sull’evoluzione della epidemiologia e delle consequenziali direttive impartite dal Ministero della Salute e dal Governo.

 

Facciamo dunque appello al senso di responsabilità di tutti affinché le disposizioni indispensabili per il contenimento dell’epidemia vengano rispettate.

Certi della comprensione di voi tutti e della vostra serietà, vi salutiamo cordialmente e restiamo a disposizione per qualsivoglia esigenza.

 

Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali

della Provincia di Napoli

Il Presidente dott. agr. Giuseppe Ceparano