Servizio di consultazione telematica delle planimetrie catastali – Provvedimento 16 settembre 2010

Con circolare n. 2370 del 29/05/2017, il CONAF trasmette la circolare prot. n. 82879 del 27‐04‐2017 dell’Agenzia delle Entrate, relativa al servizio di cui in epigrafe, nella quale si ricorda che, al fine di semplificare l’attività dei professionisti, a seguito del notevole incremento delle richieste di planimetrie conseguente alle disposizioni introdotte dal comma 14, articolo 19, del decreto legge 31 maggio 2010 n. 781 e dello sviluppo delle modalità di presentazione degli atti di aggiornamento tramite SISTER, l’Agenzia, dal 2010, ha istituito, per i soli soggetti abilitati alla trasmissione telematica degli atti di aggiornamento, il servizio di consultazione telematica delle planimetrie catastali.

Come noto, il rilascio delle planimetrie catastali riveste un profilo di particolare delicatezza ed è soggetto a specifiche restrizioni e, pertanto, è stata avviata, da parte dell’Agenzia medesima, un’attività finalizzata alla verifica del corretto utilizzo dell’attività di consultazione planimetrica. In particolare si evidenzia che il controllo è stato indirizzato alla verifica del rispetto delle procedure regolamentari, ossia che le visure richieste siano state finalizzate alla redazione di atti di aggiornamento catastale, alla stipula di atti notarili o a procedimenti giudiziari e che il professionista sia stato incaricato formalmente da un titolare di diritti reali sull’immobile o dall’Autorità giudiziaria.

Si precisa, infine, che l’inosservanza di questi obblighi può determinare una temporanea sospensione del servizio e, nel caso più grave, in cui il professionista non abbia avuto alcun incarico, può trovare applicazione quanto previsto dall’art. 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

Per scaricare la circolare prot. n. 82879 del 27‐04‐2017 clicca QUI